etika plus. La bolletta ecologica e sociale fa risparmiare anche con i led

Lampadine led a prezzi scontati per gli aderenti all'offerta luce e gas economica, ecologica e solidale. La presentazione stamani alla sala stampa della Federazione Trentina della Cooperazione

Più di ventunomila adesioni in pochi mesi all’offerta etika. Ventunomila contratti che faranno risparmiare il 20% sui consumi luce e gas (sconto per il primo anno, dal secondo anno e per sempre il 10%). Tutto questo usando solo energia green certificata, senza oneri aggiuntivi, e contribuendo, attraverso un versamento diretto di 10 euro l’anno per ogni contratto a carico di Dolomiti Energia, ad alimentare il Fondo Solidale per progetti innovativi a favore di persone con disabilità.

Ma per gli aderenti a etika (e per tutti quelli che decideranno di sceglierla anche in futuro) i vantaggi non sono finiti: nasce etikaplus, una serie di proposte che consentiranno agli aderenti a etika di risparmiare ancora di più e, di contribuire ecologicamente e socialmente al benessere della comunità.
La prima proposta di etikaplus sono le lampadine a led acquistabili nelle Famiglie Cooperative aderenti al consorzio Sait dal 19 ottobre al 15 novembre a prezzi assolutamente competitivi sul mercato (4,99 euro l’una) semplicemente presentando la bolletta etika quando si va a fare la spesa.
Oppure, per gli aderenti a etika, sono acquistabili online, con uno sconto del 50% rispetto al prezzo di listino loveled, alla pagina etikaplus, e si potranno pagare in 36 rate mensili direttamente in bolletta e senza interessi, consegna gratuita a casa”.
“Un vantaggio immediato alla cassa – viene spiegato dai promotori dell’iniziativa - ma anche un risparmio sul lungo periodo perché si riducono i consumi di energia senza contare che queste lampadine hanno una durata maggiore nel tempo rispetto a quelle tradizionali. Con le lampadine Led, inoltre, si tutela l’ambiente: sono ecosostenibili perché generano poco calore quando sono accese e disperdono così minor energia.

Perché etikaplus

“C’è voluto più di un anno di lavoro – spiega Renato Dalpalù presidente di Saitper dare vita a etika, una offerta creata, oltre che da Sait, da Federazione Trentina della Cooperazione, Cassa Centrale Banca, Consolida, cooperativa sociale La Rete insieme a Dolomiti Energia.
Cercavamo di coniugare interessi diversi: quello economico che, anche in virtù della crisi, è diventato un aspetto rilevante per migliaia di famiglie con quelli ecologico e solidale. Il risultato è stato un’offerta luce e gas unica nel suo genere sul panorama nazionale capace di intrecciare il legittimo interesse individuale con quello collettivo, un’offerta che dà significato allo spirito cooperativo con una nuova interpretazione concreta all’appartenenza, al valore di essere socio. Abbiamo poi lavorato molto perché questa offerta fosse accessibile a tutti: per chi non ha tempo e preferisce fare acquisti on line e per chi invece non ha dimestichezza con le nuove tecnologie e preferisce il rapporto diretto con le cooperative del territorio”.
“Già un anno fa avevamo intuito – afferma Andrea D’Amico, direttore mercato retail di Dolomiti Energia - che etika potesse diventare il più grande gruppo di acquisto di energia eco-solidale. Il numero di adesioni – addirittura superiore, e di molto, alle nostre previsioni ci ha stimolato a proseguire: di qui l’idea di etikaplus, ovvero la possibilità per gli aderenti a etika di avere nel tempo sempre nuovi vantaggi che si aggiungono a quelli iniziali. Vantaggi per sé e per le comunità in cui vivono attraverso l’intreccio dell’aspetto economico con quello ecologico e solidale. Tre dimensioni importanti per la vita delle persone, anche se per ciascuno possono avere pesi diversi”.
Mentre il gruppo di acquisto continua a crescere, il comitato scientifico di etika si prepara a presentare il prossimo 30 novembre, a un anno dal lancio dell’offerta, i primi progetti che saranno finanziati con il Fondo sociale: progetti innovativi presentati da Abitare il Futuro, rete di cooperative sociali trentine aderenti a Consolida.

Guarda il video